Il Blog di Gianfranco Paglia dBlog piattaforma CMS Open Source per Blog

\\ Blog : Storico (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Gianfranco Paglia (FLI):assurdo tassare pensione per reduci di guerra

"Personalmente se si fosse trattato solo di me non sarei mai intervenuto ma  mi corre l'obbligo di parlare a nome di tutti quei ragazzi, vittime di guerra, che non hanno la mia stessa fortuna."
Esordisce cosí l'onorevole Gianfranco Paglia nell'apprendere la decisione del Governo di tassare le pensioni per i reduci di guerra. "La nostra terra ha pagato e continua a farlo un tributo di vite e di sangue nella sua battaglia in difesa della Patria e della Legalità. Conosco, purtroppo, molto bene le problematiche legate ad un'invalidità permanente a causa di ferite derivanti dalle lesioni riportate nell'adempiere il proprio dovere,  laddove lo Stato ha inviato i propri soldati in una zona ad alto rischio. La provincia di Caserta è sempre stata generosa nel contribuire, con i suoi figli, a questi ordini." - Ha continuato l'on. Paglia - "Ora si vuole penalizzare ulteriormente questi uomini che altro non hanno fatto che obbedire ad un ordine, con valore, onestà e capacità. I nostri giovani, in particolare i bersaglieri della Brigata Garibaldi, hanno il diritto di essere tutelati quando vengono inviati nei teatri di guerra più pericolosi. Uno Stato civile deve essere necessariamente al loro fianco, aiutarli a sostenere le gravose spese necessarie per le cure. Capisco che il momento è difficile ma non è pensabile che a pagare siano sempre i più deboli, o, peggio ancora, coloro che hanno sacrificato se stessi ad uno Stato che ora pretende di penalizzarli. Ci sono tanti altri settori che sprecano denaro pubblico. - Ha concluso l'on. Paglia - Pensiamo a tagliare le spese di coloro che ricevono troppo e spendono male e che, spesso, cadono nella ruberia e nel malaffare".

Link correlati all'articolo:
Caserta Focus
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Difesa: Parlamentari-Militari accolgono appello Di Paola per Riforma - Paglia, fondamentale avere strumento militare adeguato

Roma, 11 ott. (Adnkronos) - 'Approvare quella riforma e' doveroso'. Gli ex militari in Parlamento Gianfranco Paglia ( Fli ) e Mauro Del Vecchio (Pd), accolgono l'appello alle Camere lanciato oggi dal ministro della Difesa, Giampaolo Di Paola, affinche' sia approvato entro la fine della legislatura il disegno di legge di revisione dello strumento militare. 'La speranza -dice Paglia all'Adnkronos- e' che questa questa riforma sia valida. Qualche perplessita' sui tagli lineari rimane, e in Parlamento l'impianto si puo' migliorare, ma bisogna darsi una mossa altrimenti si rischia di avere strumento militare inadeguato'.

Il deputato finiano, medaglia d'oro al Valor Militare per le ferite riportate in Somalia, giudica 'importante il fatto che i ministri Terzi e Di Paola abbiano chiarito che le missioni non si eliminano con la bacchetta magica: si continua a parlare della Somalia perche' 19 anni fa le Nazioni Unite sono scappate da quella terra.
Questo la classe politica deve capirlo, quando chiede il ritiro dei nostri contingenti'. 'E' fondamentale -rimarca Paglia- dare la possibilita' ai nostri uomini e donne di operare al meglio e con le tecnologie piu' avanzate. Bisogna proseguire su questa strada'.

Per Mauro Del Vecchio, ex comandante della missione Isaf in Afghanistan, 'l'appello del ministro nasce da considerazioni relative alla situazione delle nostre strutture della Difesa. Purtroppo non e' possibile pensare a un incremento delle risorse, e quindi bisogna garantire che il bilancio della difesa -gia' tagliato di recente- possa essere utilizzato nella maniera piu' efficace possibile'.

'Questo -aggiunge il senatore del Pd- vuol dire razionalizzare le strutture e puntare sulla qualita' per avere uno strumento militare adeguato alle sfide e agli impegni che abbiamo assunto nelle missioni estere. Il ddl che contiene la legge delega sulla riforma dello strumento militare -sottolinea Di Paola- e' ormai da mesi all'esame del Parlamento, sta per terminare il suo esame al Senato per poi passare a Montecitorio'.

'La necessita' di muoversi verso questi obiettivi di razionalizzazione ed efficienza -fa ancora notare De Vecchio- e' confermata dal fatto che gl stessi provvedimenti sono in corso di attuazione, o sono gi'a stati attuati, nei principali paesi - dalla Gran Bretagna alla Germania, fino alla Spagna, con cui ci confrontiamo e operiamo. Indietro non si torna'.

Fuori dal coro l'ex sottosegretario alla Difesa, Guido Crosetto.
'Il disegno di legge di revisione dello strumento militare -spiega all'Adnkronos il parlamentare Pdl - rientra nelle logica di questo governo , per il quale sono importanti i titoli delle riforme e non la loro sostanza. Nonostante la stima per l'ammiraglio Di Paola, avrei voluto una riforma piu' coraggiosa. Andava fatta meglio e con piu' tempo. Una delle tante riforme fatte a meta' che ci lascera' in eredita' il governo tecnico', taglia corto Crosetto.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Legge Stabilita', Paglia (FLI): non sosterro' governo se tassa reduci e disabili

    “La decisione del governo di tassare le pensioni dei reduci di guerra è inaccettabile e troverà il mio voto contrario qualora dovesse arrivare in Aula”. Lo dichiara il deputato di Fli e medaglia d’oro al valor militare, Gianfranco Paglia, che aggiunge: “Aspettiamo di leggere il testo definitivo della legge di stabilità, ma siamo pronti a battere i pugni sul tavolo se venisse confermata l’applicazione dell’Iperf per le pensioni di guerra”.

    “Noi crediamo che sia assurdo tassare un qualcosa concesso in via risarcitoria e soprattutto riteniamo impensabile tassare coloro i quali hanno servito con coraggio e dedizione la proprio Patria pagando un caro prezzo”, continua. "Non so a chi possa essere venuto in mente una cosa simile ma di certo so che faremmo volentieri a meno del risarcimento pur di riavere quanto abbiamo perso, senza per nulla rinnegare quanto abbiamo fatto e quanto ci è costato".

    “Il presidente Monti comprenda che reduci e disabili sono categorie da salvaguardare e non da utilizzare per fare cassa. Piuttosto, il governo si concentri sui falsi invalidi che costano milioni di euro alle casse dello Stato”, conclude Paglia.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Paglia(Fli) scrive a Monti per un incontro urgente.
La tassazione sulle pensioni di guerra risulta un insulto!

" Che Paese é quello che non protegge e che non si occupa di coloro che hanno sacrificato la vita o, comunque, la propria integritá fisica, per obbedire agli ordini della Patria. Che Paese é quello che dimentica troppo facilmente il sacrificio di tanti giovani che, senza porsi alcun problema, si sono resi protagonisti  di atti eroici, affermando, inoltre, le proprie doti umane che li ha resi differenti da qualsiasi altro soldato delle altre Nazioni. "
É quanto si chiede l'on. Gianfranco Paglia dopo aver visionato il testo sulla legge di stabilitá 2013-2015.
" Ho chiesto - continua Paglia - un incontro urgente al Presidente del Consiglio Monti, in qualitá, non solo di deputato, ma anche e soprattutto di Medaglia d'Oro al Valore Militare. Questo provvedimento, cosí com'é, risulta un insulto per tutti coloro che hanno combattuto per un ideale, difendendo la nostra Patria."
"Non posso - ha concluso - dimenticare che la nostra Provincia ed il nostro Sud ha dato tanti giovani alle Forze Armate, convinti di essere servitori dello Stato, quello stesso, che per mero calcolo amministrativo, li rinnega."

Questo è quanto scritto nella lettera per Monti:

“Signor Presidente del Consiglio, dalle notizie apprese dal comunicato stampa ufficiale del Governo si evince che nel disegno di legge di stabilità 2013-2015, si prevede anche l’assoggettabilità all’IRPEF delle pensioni di guerra. In qualità di Parlamentare, ma soprattutto nella mia veste di Medaglia d'Oro al Valor Militare, le chiedo di pochi minuti del suo prezioso tempo per un incontro, durante il quale vorrei spiegarle le ragioni che mi spingono a contrastare con forza questo provvedimento”.
“Questo provvedimento andrebbe a colpire chi ha dato tanto per la Patria e sarebbe una mortificazione e un insulto a chi si è sacrificato in nome di un ideale, pagando un caro prezzo”.

Link correlati all'articolo:
Caserta Focus
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

back to home page

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 353 persone collegate

< gennaio 2023 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         

Titolo
Appuntamenti (7)
Articoli (42)
articolo (1)
Caserta (41)
Commemorazione (3)
comunicato stampa (16)
Convegno (1)
evento (1)
FLI (5)
Incontro (8)
Incontro Evento (29)
Incontro studenti (4)
Iniziative (3)
Interventi (85)
Intervista (4)
Interviste (18)
Video (9)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
v. precedenti richieste. Grazie per una risposta
22/09/2014 @ 11:05:55
Di Parini ferruccio
Storia inedita della Somalia
22/09/2014 @ 10:48:21
Di Parini Ferruccio
GRAZIE COLONELLOPER LE BELLE PAROLE
19/04/2014 @ 18:13:49
Di Giacopelli Roger
Grazie colonnello per il suo supporto e come sempr...
19/04/2014 @ 13:20:04
Di A.M. Bonaffini francesco
COLONNELLO LEI E' UN ESEMPIO PER TUTTI NOI!FOLGORE...
18/04/2014 @ 18:55:49
Di  CMS GUGLIELMI LORENZO

Titolo
Segretario: Salvatore Paglia
WebMaster: Giovanni Paglia




28/01/2023 @ 05:25:26
script eseguito in 907 ms