Il Blog di Gianfranco Paglia dBlog piattaforma CMS Open Source per Blog

\\ Blog : Storico (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Afghanistan solo andata - un documento di storia italiana

Nella prestigiosa  Libreria Feltrinelli di Piazza Duomo a Milano è stato presentato l’atteso libro di GIAN  MICALESSIN,  scrittore e reporter di  guerra , dal titolo "AFGANISTAN SOLO ANDATA". A presentare il libro  l’autore e  la nota giornalista  e inviata del Tg 1, Monica Maggiori, autrice di molti servizii in  Afganistan e in altri paesi al seguito delle nostre truppe. La presenza della  M.O.V. M   Magg. parà Gianfranco Paglia,  con i suoi interventi, ha dato ancor più lustro  all’evento.
Il libro racconta otto storie di nostri militari, per meglio capire chi sono i nostri soldati impegnati nel paese degli aquiloni, qual è la loro missione, perché hanno scelto il mestiere delle armi. Storie di cui nessuno parla più, ma che si sono lasciati alle spalle amici e famiglie, con la loro irrimediabile perdita. Presente anche la M.B.V.M. parà Massimiliano Zaniolo, compagno di Paglia nei combattimenti  in Somalia, con la gentile consorte ed  il piccolo ”Folgorino “ di solo un mese.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
L'on. Paglia interroga Di Paola sulla chiusura dell'Ospedale Militare di Caserta

Con risposta immediata in Commissione, l'on. Gianfranco Paglia ha interrogato il Ministro della Difesa per sapere se, come risulterebbe da una lettera inviata al Capo di Stato Maggiore, che il Ministro Di Paola, nelle more del riordino del sistema sanitario militare, ha chiesto di "procedere senza indugi" e mettere entro il 30 settembre la road map di dettaglio con le date di attuazione dei provvedimenti, rientrerebbero sia la soppressione dei Comandi Servizi Sanitari Nord ( Padova) e Sud (Napoli) sia il drastico ridimensionamento dei Dipartimenti Militari di Medicina Legale: di questi ne rimarrebbero solo sette, con chiusura, tra gli altri, di quello di Caserta. Il DMML di Caserta, che ha sede nella caserma Tescione e che per bacino di competenza ( in particolare, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria), è secondo solo a quello di Roma, svolge importanti compiti. Esso riveste un ruolo strategico, in particolare per la sua posizione geografica che, di fatto, ne fa il punto di riferimento principale per tutta la sanità militare e la medicina legale dell'intera regione Campania e non solo. Inoltre - si legge nell'interrogazione - sul territorio insistono importanti organismi militari quali la Brigata Bersaglieri Garibaldi di Caserta, il Raggruppamento Addestramento Volontari di Capua, la Scuola Allievi Sergenti dell'AM di Caserta e se rispondesse al vero il provvedimento, ciò comporterebbe numerosi disagi. Pur comprendendo l'esigenza di rispettare gli equilibri di finanza pubblica, non si può pensare un riassetto organizzativo del servizio sanitario militare che rischia di peggiorare i livelli di efficienza amministrativa in questo delicato settore. Se tutto ciò - si legge in conclusione - dovesse corrispondere al vero, l'on. Paglia chiede ulteriori informazioni di dettaglio in merito al progetto di riordino del servizio militare.
"Ad ogni modo - ha dichiarato l'on. Paglia - pur non conoscendo le intenzioni del Governo, personalmente non posso che ringraziare tutto il personale dell'Ospedale Militare. In questi 19 anni ho avuto modo di apprezzare la loro grande professionalità e la straordinaria umanità. Con queste doti hanno sempre affrontato il loro lavoro, soprattutto in un settore così delicato, come la sanità militare. In ogni caso non lascerò nulla di intentato per scongiurare quest'ennesimo scippo ai danni della nostra provincia."

Caserta 28/09/2012

INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA IN COMMISSIONE

    PAGLIA – Al Ministro dello Difesa

    - Per sapere - premesso che

    da recenti comunicati delle principali organizzazioni sindacali del comparto Difesa emerge che con lettera prot. n. 004 del 9 agosto 2012 indirizzata al Capo si Stato Maggiore Difesa, il Ministro interrogato ha espresso le proprie valutazioni e direttive in merito al progetto di riordino della sanità militare in senso interforze, messo a punto dall’amministrazione competente senza coinvolgere le OO.SS e quando ancora è all’esame del Parlamento il disegno di legge delega per il riordino complessivo dello strumento militare (A.S. 3271);

    tra le principali scelte di riordino adottate rientrerebbe sia la soppressione dei Comandi Servizi Sanitari Nord (Padova) e Sud (Napoli) sia il drastico ridimensionamento dei Dipartimenti Militari di Medicina Legale: di questi ne rimarrebbero solamente sette, con chiusura, tra gli altri, di quello di Caserta;

    dalla lettera risulterebbe, altresì, che il Ministro interrogato ha espressamente chiesto di “procedere senza indugi” e mettere a punto entro il 30 settembre 2012 la road-map di dettaglio con le date di attuazione dei provvedimenti necessari;

    il DMML di Caserta, che ha sede nella caserma “Tescione” e che, per bacino di competenza (in particolare, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria), è secondo solo a quello di Roma, svolge importanti compiti e dati oggettivi ne evidenziano la qualità dei servizi erogati;

    esso riveste un ruolo strategico, in particolare per la sua posizione geografica che, di fatto, ne fa il punto di riferimento principale per tutta la sanità militare e la medicina legale dell’intera regione Campania e non solo;

    considerata la presenza sul territorio di importanti organismi   militari quali la Brigata BersaglieriGaribaldi di Caserta, il Raggruppamento Addestramento Volontari di Capua, la Scuola Allievi Sergenti dell’AM di Caserta, se risultasse confermato il citato progetto di riordino, la soppressione di tale DMML comporterebbe notevoli disagi per gli utenti, anche in termini di un sostanziale aggravio di spese per i conseguenti spostamenti;

    l’attuale congiuntura economica ha reso necessari numerosi interventi volti a realizzare un sostanziale contenimento e una effettiva razionalizzazione della spesa pubblica, anche nel delicato settore della Difesa, con inevitabili ripercussioni sull’operatività, l’efficienza e la professionalità delle Forze Armate e di polizia;

    l’esigenza di rispettare gli equilibri di finanza pubblica, tuttavia, non può tradursi, altresì, in un riassetto organizzativo del servizio sanitario militare che rischia di peggiorare i livelli di efficienza amministrativa in questo delicato settore;

    se corrisponde al vero la notizia diffusa della soppressione del DMML di Caserta e, in caso positivo,  come verrà reimpiegato il personale militare e civile della Difesa in servizio presso il citato Dipartimento e, comunque, se non ritenga opportuno fornire ulteriori informazioni di dettaglio in merito al progetto di riordino del servizio sanitario militare di cui in premessa.

PAGLIA

Link correlati all'articolo:
Il Casertano
Caserta Focus
Interno 18
Campania Notizie
Caserta News
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Caserta-caso Tribunale, Paglia: "Al fianco di Del Gaudio fin dal primo momento"

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Interrogazione dell'on.Paglia sul tribunale di Caserta

Come annunciato l'on. Gianfranco Paglia ha presentato l'interrogazione rivolta al Ministro di Grazia e Giustizia, Severino, in difesa del tribunale di Santa Maria Capua Vetere e della Sezione Caserta. In particolare l'on. Paglia ha fatto rilevare al ministro le  difficoltà  enormi nel combattere la criminalità organizzata laddove si dovessero frazionare i processi fra l'istituendo tribunale di Napoli Nord e quello storicamente in prima linea di Santa Maria. L'on. Paglia ha poi appoggiato completamente l'istanza del Sindaco di Caserta, Del Gaudio, e dell'intero consiglio comunale della città capoluogo che rivendica, giustamente, un ruolo nell'ambito giudiziario tenendo, per giunta, conto dell'anomalia che vede Caserta unica città capoluogo d'Italia senza neppure una sede distaccata di un Tribunale. 

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

PAGLIA – Al Ministro della Giustizia

     - Per sapere - premesso che

     in attuazione della delega conferita con la legge 14 settembre 2011, n. 148, sono stati emanati, il 7 settembre 2012, i decreti legislativi n. 155 e n. 156 concernenti, rispettivamente, la riorganizzazione dei tribunali ordinari e degli uffici del pubblici ministeri nonché la revisione delle circoscrizioni giudiziarie e degli uffici dei Giudici di Pace;

     tra le misure adottate, oltre alla soppressione, di fatto, di circa 220 sedi distaccate di tribunale tra cui, quella della città di Caserta, è prevista la costituzione di nuovo tribunale che  avrà competenze amplissime, in quanto interesserà tutta l'area a nord di Napoli (Marano, Giugliano, Melito, Frattamaggiore, Arzano, Casoria, Frattaminore, Qualiano, Mugnano, Villaricca, Calvizzano, Caivano, Cardito, Sant'Antimo, Crispano e Grumo Nevano) e ben 19 comuni casertani, tra cui Aversa, Casal di Principe, Villa Literno, San Cipriano d'Aversa che, finora di competenza del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, rappresentano delle zone ad alto rischio di criminalità;

     tale decisione, quindi, finisce col “frazionare” la provincia di Caserta, in quanto determina l'assegnazione dei processi alla giurisdizione di due tribunali differenti, quello in via di costituzione di Napoli Nord e quello di Santa Maria Capua Vetere;

     questa scelta è stata contestata dalla maggior parte degli operatori del settore, in quanto depotenzia enormemente un tribunale, quello di Santa Maria Capua Vetere, che, storicamente in prima linea nella lotta alla camorra, ha acquisito, nel tempo, una competenza specifica  in materia di contrasto alla criminalità;

     sulla base di quali valutazioni si è ritenuto di depotenziare l'operatività del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, sottraendogli la competenza su un vasto territorio ad alta densità camorristica, e se, alla luce delle considerazioni svolte in premessa, non ritenga che tale scelta rischia di pregiudicare seriamente l’efficace amministrazione della giustizia nel territorio campano, sul versante della lotta alla criminalità organizzata;

     quali iniziative di competenza intenda assumere al fine di non penalizzare ulteriormente la città di  Caserta, unico capoluogo di provincia d'Italia che, oltre a non avere una sede di un tribunale si vede, altresì, privato, in virtù del provvedimento di cui sopra, di una sede distaccata.

PAGLIA

Link correlato all'articolo:
Interno 18
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

back to home page

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 184 persone collegate

< novembre 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
       
             

Titolo
Appuntamenti (7)
Articoli (42)
articolo (1)
Caserta (41)
Commemorazione (3)
comunicato stampa (16)
Convegno (1)
evento (1)
FLI (5)
Incontro (8)
Incontro Evento (29)
Incontro studenti (4)
Iniziative (3)
Interventi (85)
Intervista (4)
Interviste (18)
Video (9)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
v. precedenti richieste. Grazie per una risposta
22/09/2014 @ 11:05:55
Di Parini ferruccio
Storia inedita della Somalia
22/09/2014 @ 10:48:21
Di Parini Ferruccio
GRAZIE COLONELLOPER LE BELLE PAROLE
19/04/2014 @ 18:13:49
Di Giacopelli Roger
Grazie colonnello per il suo supporto e come sempr...
19/04/2014 @ 13:20:04
Di A.M. Bonaffini francesco
COLONNELLO LEI E' UN ESEMPIO PER TUTTI NOI!FOLGORE...
18/04/2014 @ 18:55:49
Di  CMS GUGLIELMI LORENZO

Titolo
Segretario: Salvatore Paglia
WebMaster: Giovanni Paglia




27/11/2022 @ 03:55:15
script eseguito in 906 ms