Il Blog di Gianfranco Paglia L'espresso del 21 Gennaio - dBlog piattaforma CMS Open Source per Blog

\\ Blog : Articolo
L'espresso del 21 Gennaio
Di amministratore (del 22/01/2011 @ 15:32:14, in Articoli, linkato 1816 volte)

Il disgusto di Paglia, invalido di guerra

L'ufficiale dei parà e deputato di Fli contro l'assenza del premier ai funerali di Alessandro Romani mentre si dedicava al bunga bunga.

(21 gennaio 2011)  Gianfranco Paglia «È semplicemente nauseante. Mi fa soffrire scoprire che dal premier c'è stata una mancanza di rispetto così grave verso i caduti». Gianfranco Paglia è un parlamentare e un ufficiale dei parà. Nel 1993 fu uno dei protagonisti della battaglia del Check Point Pasta, il primo scontro su larga scala che trasformò una missione di pace in operazione di guerra. Era un sottotenente di venticinque anni, che fu colpito più volte dai cecchini continuando però a combattere per salvare i commilitoni feriti: un coraggio riconosciuto con la medaglia d'oro al volore militare, ma che da allora lo costringe a vivere sulla sedia a rotelle.

Paglia è deputato del centrodestra, eletto nelle liste del Pdl ha poi deciso di seguire Gianfranco Fini in Futuro e Libertà. E ci tiene ad esprimere il disgusto per l'assenza del premier ai funerali del parà Alessandro Romani mentre invece si dedicava al "bunga-bunga": «Non riesco a descrive quanto sia colpito da quello che è stato pubblicato sul sito de L'espresso. Indipendentemente da quale forza politica esprima il governo, i militare impegnati in missione fanno il loro dovere e lo fanno sempre fino in fondo, rischiando la vita e sempre più spesso morendo. Dispiace scoprire come proprio il capo del governo poi manchi di dispetto al sacrificio per dedicarsi - se verrà confermato quanto emerge dagli atti - ad attività nauseanti».
Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
 
# 1
Caro Paglia,
il tuo disgusto è il disgusto di tutte le persone in buona fede che credono di adempiere al prorio dovere per il bene comune e per ideali nobili.
Purtroppo il comportamento di molti politici negazionisti del bunga bunga da la dimensione dello squallore nazionale ed internazionale della nostra classe dirigente.
Fornari Ivo
Di  Fornari Ivo  (inviato il 26/01/2011 @ 12:02:56)
# 2
Questo è Berlusconi,lui offende quotidianamente quello in cui credo e quello che amo.
Non mi disgusta il suo modo di vivere o il come porsi con le nostre vedute,semplicemente a me Berlusconi mi fà schifo.
Grande Paglia sai che Reggio Emilia ti è vicina....
Un abbraccio
Di  Marco. M  (inviato il 29/01/2011 @ 16:53:44)
# 3
POCO ONOREVOLE E INDEGNO PARACADUTISTA
IL TUO DISGUSTO NON E' CHE UN MINIMA PARTE,DI QUELLO CHE PROVO IO PER TE TI AMMIRAVO TI HO CONOSCIUTO IN UNA CERIMONIA ALLA QUALE TU ADESSO NON SEI PIU' DEGNO DI PARTECIPARE NELLA CASERMA LIVORNO SONO UN PARA' E PADRE DI UN'ANCORA GIOVANE PARACADUTISTA CHE INSIEME A TE SI TROVAVA IN SOMALIA INDOSSANDO CON ORGOGLIO IL BASCO AMARANTO NELLE FILE DEL 183° REGGIMENTO NEMBO 20° COMPAGNIA. NON AVREI MAI PENSATO CHE FREQUENTANDO I POLITICI NON DEGNI DI ESSERE CHIAMATI ONOREVOLI, TU DIVENTASSI COME LORO,RESTITUISCI LA MEDAGLIA CHE INDEGNAMENTE CONTINUI A PORTARE, SEI STATO ELETTO PERCHE' DICEVI DI ESSERE UN'UOMO DI DESTRA E AVEVI DIMOSTRATO DI CREDERE NELL'ONORE DELLA PAROLA DATA. L'IMPEGNO CHE AVEVI PRESO PER AVERE I VOTI LO HAI TRADITO DIMETTITI INSIEME A QUEL TRADITORE DEL TUO CAPO FINI.
FIRMATO
AGOSTINO ROSSI
VIA OLMETTA 20 PRESEZZO BG
Di  Rossi agostino  (inviato il 29/01/2011 @ 18:24:09)
# 4
Certo che bisogna avere la mente sconvolta per non capire che chi tradisce la Patria non è chi si discosta da chi sta facendo scempio di essa, preoccupandosi solo dei festini orgiastici e rimanendo nella propria residenza dove aveva convocato le escort mentre si celebravano i funerali dell'ultimo dei nostri soldati caduti in Afghanistan. Chi tradisce la Patria è chi, pur di rimanere attaccato alla poltrona, è disposto ad andare a braccetto con un verme di pseudo-politico che ha dichiarato di essere pronto a buttare nel cesso il Tricolore italiano.
Di  Pasquale Esposito  (inviato il 29/01/2011 @ 22:31:19)
# 5
Sono sconvolto dalle parole del signore Rossi,mi vergogno di avere come compatriota uno del genere,il berlusconismo ha portato anche a questo.
Fortunatamente l'italiano medio non è come questo signor Rossi altrimenti direi anch'io a Paglia di riconsegnare la medaglia d'Oro perchè l'Italia non ti meriterebbe.
Continua così e non mollare Gianfranco,la gente per bene,di destra e non solo ti stima,lo sai e lo vedi in tutte le iniziative a cui partecipi,ti siamo vicini e speriamo che il parlamento si riempia di Onorevoli come te.
Un abbraccio da Reggio Emilia
Di  Marco. M  (inviato il 31/01/2011 @ 16:40:19)
# 6
Una risposta per tutti potrei usare
frasi pesanti più di quanto ho fatto con Paglia ,ma non ne vale la pena mia auguro soltanto che si vada al voto.
Gli italiani (quasi tutti) e in particolare gli uomini di destra non sono abituati a sbraitare ma con il loro voto faranno tacere i cani randagi e i soldatini di piombo.
ho usato parole pesanti per il signor Paglia solo perchè lo stimavo e lo ammiravo avraà anche lui la sua risposta alle prossime elezioni.
Per tutti voi altri un saluto non troppo cordiale.
P.s. non perderò tempo a rispondere ad ogni altro scritto.
Rossi Agostino
Di  Rossi Agostino  (inviato il 31/01/2011 @ 20:41:42)
# 7
Sono un uomo di 35 anni, ho votato PDL e provo disgusto per aver mandato al potere una persona come Berlusconi, provo altrettanto disgusto a vedere che c'è gente come questo rossi che difende chi, per inchiappettare qualche baldracca, non onora un nostro eroe morto per la democrazia e la libertà.
Meno male che Fini si è staccato, mi fate vergognare un po' meno della scelta che ho fatto, forse, grazie a Voi, non tutto è perduto
Di  Stefano  (inviato il 03/02/2011 @ 16:06:51)
# 8
Egregio sig.agostino rossi,
lei la destra non sa neanche dove sta di casa se tutto quello che ci riconosce sono i quattrini di un vecchio puttaniere sul viale del tramonto col quale evidentemente ben si identifica.
Le caserme che lei puo' aver frequentato sono solo quelle dei film di Alvaro Vitali e la Fenech, roba forte dove sicuramente ha imparato le sue "frasi pesanti".
Lei dovrebbe limitarsi al lavoro nei campi della sua Presezzo invece di discettare di lealta' e ideali, tantomeno si dovrebbe permettere di abbaiare contro chi in zona di guerra ci e' andato e la faccia ce l'ha messa invece di aversi limitato come lei fare un po' di NAIA prendendo e dando un sacco di mazzate ai suoi commilitoni che evidentemente hanno lasciato il segno a livello cerebrale, il resto l'ha fatto l'arteriosclerosi.
Di  Cesare Morini  (inviato il 19/11/2011 @ 14:36:08)
Anti-Spam: digita i numeri CAPTCHA
Testo (max 2000 caratteri)
Nome
e-Mail / Link


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

back to home page

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 541 persone collegate

< gennaio 2023 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         

Titolo
Appuntamenti (7)
Articoli (42)
articolo (1)
Caserta (41)
Commemorazione (3)
comunicato stampa (16)
Convegno (1)
evento (1)
FLI (5)
Incontro (8)
Incontro Evento (29)
Incontro studenti (4)
Iniziative (3)
Interventi (85)
Intervista (4)
Interviste (18)
Video (9)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
v. precedenti richieste. Grazie per una risposta
22/09/2014 @ 11:05:55
Di Parini ferruccio
Storia inedita della Somalia
22/09/2014 @ 10:48:21
Di Parini Ferruccio
GRAZIE COLONELLOPER LE BELLE PAROLE
19/04/2014 @ 18:13:49
Di Giacopelli Roger
Grazie colonnello per il suo supporto e come sempr...
19/04/2014 @ 13:20:04
Di A.M. Bonaffini francesco
COLONNELLO LEI E' UN ESEMPIO PER TUTTI NOI!FOLGORE...
18/04/2014 @ 18:55:49
Di  CMS GUGLIELMI LORENZO

Titolo
Segretario: Salvatore Paglia
WebMaster: Giovanni Paglia




30/01/2023 @ 23:13:06
script eseguito in 266 ms