dBlog piattaforma CMS Open Source per Blog
\\ Blog : Articolo : Stampa
13/11/2013- intervista: " In ricordo dei nostri caduti "
Di amministratore (del 13/11/2013 @ 21:14:37, in Intervista, linkato 2215 volte)
" Nella giornata del ricordo"

L'articolo sulla strage di Nassiriya pubblicato su Il Mattino.it

Oggi è la Giornata del ricordo dei caduti militari e civili nelle missioni internazionali per la pace.
A vent'anni dalla battaglia del Checkpoint Pasta, e a dieci anni dalla strage di Nassiriya, non posso non pensare che, nonostante passino gli anni, esistono uomini e donne che ancora combattono fino all'estremo sacrificio per portare avanti i valori come la lealtà e l'onore e che rappresentano per il Paese l'esempio più bello.
I nostri militari continuano oggi ad essere quelli più amati, e non è un caso se l'Imam di Herat ha affermato, rivolto alla comunità internazionale: «Se proprio dovete mandarci dei militari, mandateci quelli italiani». I nostri soldati sono professionisti che riescono, da un lato, a portare il fucile e, dall'altro, a dare una bottiglia di acqua o a far sorridere un bimbo sconvolto dalla devastazione della guerra.


I nostri soldati hanno una umanità che li rende diversi, e immediatamente «riconsocibili», amati. Ed è proprio per questo che reputo fondamentale, qui ed oggi, tenere viva la memoria dei nostri caduti. Un Paese civile ha il sacrosanto dovere di ricordare coloro che si sono sacrificati in nome di un giuramento prestato, ben consapevoli che devono fare sempre, in ogni momento e circostanza, il proprio dovere senza mai tirarsi indietro, lavorando con determinazione, dote che li contraddistingue dagli altri.


Più e più volte ci si interroga se è giusto che le missioni internazionali debbano continuare. Il problema non è se continuano o meno; è importante invece, non strumentalizzare. Se i militari italiani vengono chiamati è perché è fondamentale la loro presenza non solo per sconfiggere il terrorismo, ma anche per dare un futuro migliore a popolazioni in gravi difficoltà.

* Tenente Colonnello Par, Movm
Consigliere Ministro della Difesa