dBlog piattaforma CMS Open Source per Blog
\\ Blog : Articolo : Stampa
30/10/12 - Articolo del "Corriere Nazionale" : "Tassare i risarcimenti alle medaglie militari Ŕ un controsenso"
Di amministratore (del 30/10/2012 @ 18:24:24, in Articoli, linkato 1688 volte)
Tassare i risarcimenti alle medaglie militari è un controsenso

di Duccio Rugani

Le chiamate in aumento alla Gdf per segnalare potenziali evasori crescono. La vita si fa dura per i furbetti che ora non possono più contare su atti omissivi e sodali di chi vuol vivere tranquillo. Ed il Governo continua la sua lotta all’evasione. A breve potrebbero esserci importanti nuove dalla Svizzera, ma nel frattempo, purtroppo, lo Stato continua a scivolare su bucce di banana che ne minano la credibilità. Nel senso che vorrebbe apparire giusto e rigoroso, ma in realtà i funzionari dell’apparato chiappano quello che vedono e quello che possono. Che di solito è a spese dei soliti oppure di quelli che direttamente dall’apparato dipendono per i propri bisogni. Sui casi di invalidità, ogni 2-3 giorni ci fa piacere sapere che è stato arrestato chi cieco e sordo non era, ma la mia personale speranza è che il nostro Welfare finisca al più presto quello che ha cominciato. Che è penoso ed umiliante per chi ne è fatto oggetto. Ad esempio per trovare i falsi invalidi si è chiesto a tutti i destinatari di pensione di provare il loro handicap che non è cosa affatto bella. E in questa materia siamo andati a ricadere su un buon numero di coloro che questa pensione la debbono ai servigi per la Patria e la bandiera italiana. Gli sherpa di Monti li assimilano a pensionati comuni e ne tassano le rendite; li costringono cioè ad abbassare quel livello di vita che loro competeva per aver dato se stessi, o parti di se stessi, all’Italia. Mi spiego. Domani Tiziano Chierotti di Arma di Taggia, alpino della Taurinense, deceduto dopo un agguato nel distretto di Bakwa in Afghanistan, sarà accolto con gli onori militari a Ciampino; le telecamere Rai riprenderanno l’evento che poi sarà riproposto nel salotti televisivi del pomeriggio con la messa solenne nella Chiesa di Santa Maria degli Angeli. Chi vorrà seguire queste trasmissioni, senz’altro si renderà conto che nessuno dei familiari di Chierotti sta pensando alla pensione che riceverà, ma il nostro stesso Stato che ne solennizza il sacrificio alla Patria è già pronto a calcolarne le riprese Irpef. Su diverse sponde del Parlamento fioriscono le reazioni. Segnaliamo un atto di onore da Caserta di Gianfranco Paglia, parlamentare di Fli, eroe ed invalido egli stesso, che annuncia le sue dimissioni da Montecitorio se la legge di stabilità tasserà queste figure di cittadini; segnaliamo la presa di posizione della Lucchese Cecilia Carmassi e della padovana Margherita Miotto, entrambe del Partito Democratico che sostengono come lo Stato non possa tassare chi viene semplicemente risarcito.

Link correlato all'articolo:
Corriere Nazionale