Il Blog di Gianfranco Paglia dBlog piattaforma CMS Open Source per Blog

\\ Blog : Storico : Commemorazione (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
"Somalia: 22 anni fa la Battaglia del Checkpoint Pasta"
Riflessione del Ten. Col. Gianfranco Paglia sulla Battaglia del Checkpoint Pasta 2 luglio 1993

" 2 luglio 2015. Sono trascorsi 22 lunghi anni della Battaglia del Checkpoint Pasta, passata alla storia come la Battaglia del Pastificio, lo scontro a fuoco tra le truppe italiane a Mogadiscio e dei ribelli somali. Non mi soffermo sull'analisi del giorno, è sufficiente navigare in rete per provare a comprendere cosa è accaduto. Come è noto persero la vita tre soldati italiani: Andrea Millevoi, Stefano Paolicchi, Pasquale Baccaro. Numerosi i feriti tra cui il sottoscritto il quale non ha mai dimenticato anche solo per un attimo i suoi uomini e che continua la sua attività militare partecipando anche a numerose cerimonie affinchè non sia mai dimenticato il loro sacrificio ed il valore di coloro che quel giorno hanno combattuto come l'allora sergente maggiore Giovanni Bozzini, il sottotenente Romeo Carbonetti ed il capitano Paolo Riccò. 
Le missioni di pace, troppo spesso criticate da una certa parte politica che tende sempre a fare un'errata propaganda, hanno un loro motivo di esistere e l'Italia sotto l'egida dell'ONU  si è sempre mossa in tal senso. Dopo quel terribile giorno l'ONU decise di abbandonare la missione. Risultato? Dopo 22 anni continuano gli attacchi terroristici e la Somalia è diventata la principale base. E questo perché? Perché come più volte dichiarato le missioni devono essere portate a termine se realmente si vuole dare un segnale forte ad un terrorismo che diventa sempre più spietato e che si avvale dei sofisticati mezzi di comunicazione. 
Oggi vedere attraverso un video, o un tweet la decapitazione o un messaggio di minaccia fa più scalpore, ma l'intensità é esattamente la stessa. La sofferenza dei popoli è la stessa di 22 anni fa. Il sorriso interrotto di quei bambini che nei loro occhi non hanno più la spensieratezza e la fanciullezza è la stessa analoga situazione di allora. Di quei drammatici momenti non posso non ricordare la corsa dei bambini somali verso noi militari per prendere un pezzo di pane ed una bottiglia di acqua e poi gli stessi impugnare un'arma. Senza fare troppi sofismi, sono queste le immagini su cui dopo 22 anni vorrei porre l'accento, l'attenzione e l'invito a fare tutti una seria riflessione."

Ten. Col. Par. M.O.V.M. Gianfranco Paglia

 
Di amministratore (del 02/07/2014 @ 15:49:27, in Commemorazione, linkato 996 volte)
" Cerimonia solenne in ricordo dei caduti del 2 luglio 1993 "
SOMALIA: PAGLIA, A PIU' DI 20 ANNI DA CHECK POINT PASTA NULLA E' CAMBIATO OGGI ANNIVERSARIO DEL CONFLITTO A FUOCO CHE NEL 1993 COSTO' LA VITA A TRE MILITARI ITALIANI

Il 2 luglio "è una data che mi ha cambiato la vita ma, nonostante l'incidente, posso dire che è cambiata in meglio. Sono tra quei fortunati che è tornato a casa". Il tenente colonnello Gianfranco Paglia, ex parlamentare e medaglia d'oro al valor militare, ricorda quella che venne definita 'la battaglia del check point Pasta', scontro a fuoco che il 2 luglio del1993 coinvolse le truppe italiane a Mogadiscio e provocò la morte di tre soldati italiani e il ferimento di altri 21.La missione aveva lo scopo di stabilizzare la situazione in Somalia, a fronte di un crescente stato di caos e di grave carestia. Dopo più di venti anni "purtroppo nulla è cambiato - spiega -nonostante i paracadutisti italiani siano tornati con la missione Eutm. E' il prezzo che si paga quando si chiude troppo in fretta una missione, le conseguenze sono queste". In ricordo della giornata è stato inaugurato oggi il Monumento ai Caduti, donato dall'Anpdi della Lombardia alla Caserma Ugo Mara di Solbiate Olona, e attraverso un collegamento con i militari italiani a Mogadiscio, sono state ricordate le fasi della battaglia. "Oggi è una giornata importante - continua Paglia - abbiamo ricordato i morti, e il collegamento con i colleghi che si trovano a Mogadiscio è stato molto sentito, a dimostrazione che i nostri eroi caduti non verranno mai dimenticati. E' quello che deve fare un paese serio e il nostro lo è". "Chi muore per tenere fede a un giuramento alla Patria deve essere ricordato. Ed è importante sapere che lo Stato non si dimentica di chi indossa un'uniforme", rimarca Gianfranco Paglia, orgoglioso di "essere riuscito, nonostante tutto, a continuare a indossare l'uniforme anche dopo l'incidente" che lo ha costretto sulla sedia a rotelle."Ora sono sereno", dice, ma "le persone eccezionali sono i familiari dei colleghi morti: mostrano una dignità nel portare avanti il loro lutto che merita rispetto, considerazione e apprezzamento. Vivono con fierezza il sacrificio dei loro familiari".


 

 

 

 

 


 

 
Di amministratore (del 01/07/2014 @ 17:20:36, in Commemorazione, linkato 885 volte)
" Alla caserma Ugo Mara donato Monumento ai Caduti a Mogadiscio il 2 luglio 1993 "
Il Ten. Col. Gianfranco Paglia parteciperà alla cerimonia a Solbiate Olona per la Battaglia del Checkpoint Pasta.

Sarà inaugurato domani 2 luglio il Monumento ai Caduti, donato dall'Anpdi della Lombardia alla Caserma Ugo Mara di Solbiate Olona. Il tutto avverrà  durante la manifestazione che ricorda la battaglia del Checkpoint Pasta del 2 luglio 1993 che vide la perdita di tre soldati italiani e 21 feriti tra cui la M.O.V.M. Ten. Col. Gianfranco Paglia che parteciperà alla cerimonia.

È previsto un collegamento con Mogadiscio durante il quale saranno lette le dinamiche della battaglia.
" Ricordare i nostri caduti é un dovere di civiltà - dichiara Paglia - e soprattutto pone l'accento su come sia sbagliato abbandonare le missioni quando non sono ancora terminate. Ciò provoca enormi disagi e problemi e non è un caso che a distanza di 20 anni i parà sono ritornati nella terra somala e sono ancora lì."















Quel giorno persero la vita:
Andrea Millevoi, Sottotenente del reggimento Lancieri di Montebello, Medaglia d'oro al valor militare (MOVM) alla memoria;
Stefano Paolicchi, Sergente Maggiore del 9º Reggimento d'assalto paracadutisti "Col Moschin", Medaglia d'oro al valor militare (MOVM) alla memoria;
Pasquale Baccaro, Caporale di leva al 186º Reggimento paracadutisti "Folgore", Medaglia d'oro al valor militare (MOVM) alla memoria;


 
Pagine: 1

back to home page

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 400 persone collegate

< settembre 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
     
             

Titolo
Appuntamenti (7)
Articoli (42)
articolo (1)
Caserta (41)
Commemorazione (3)
comunicato stampa (16)
Convegno (1)
evento (1)
FLI (5)
Incontro (8)
Incontro Evento (29)
Incontro studenti (4)
Iniziative (3)
Interventi (85)
Intervista (4)
Interviste (18)
Video (9)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
v. precedenti richieste. Grazie per una risposta
22/09/2014 @ 11:05:55
Di Parini ferruccio
Storia inedita della Somalia
22/09/2014 @ 10:48:21
Di Parini Ferruccio
GRAZIE COLONELLOPER LE BELLE PAROLE
19/04/2014 @ 18:13:49
Di Giacopelli Roger
Grazie colonnello per il suo supporto e come sempr...
19/04/2014 @ 13:20:04
Di A.M. Bonaffini francesco
COLONNELLO LEI E' UN ESEMPIO PER TUTTI NOI!FOLGORE...
18/04/2014 @ 18:55:49
Di  CMS GUGLIELMI LORENZO

Titolo
Segretario: Salvatore Paglia
WebMaster: Giovanni Paglia




23/09/2021 @ 04:48:35
script eseguito in 1015 ms